top of page

Armolia - Castello di Apolichnon

Il percorso inizia dalla strada principale, nel punto in cui si trovano i laboratori di ceramica di Armolia. Seguiamo la strada rurale, attraversando la pianura con ulivi e lentischi.


Informazione



Località: Chios Sud Tipo: escursione su un sentiero di montagna.

Grado di difficoltà: Facile Lunghezza percorso: 1.355 m.

Durata: 30' - 45' circa Acqua potabile lungo il percorso: No

Altitudine massima/minima: 235 m / 80 m


In quel punto è presente un luogo di sosta con panche e tavoli in legno oltre a resti di edifici, coevi al castello, ma di ignoto utilizzo. La prosecuzione del percorso si svolge su un sentiero con forte pendenza, tra pini, agrifogli, pini e ginestre.


Proseguendo la ripida salita la vista spazia sulla pianura e sul villaggio di Armolia, sul Monastero di Vretto e sullo sfondo il villaggio di Kalamoti e la spiaggia di Komis.

Avvicinandosi al castello il paesaggio diventa roccioso con vegetazione bassa. Ora il villaggio di Patrika è stato aggiunto alla nostra visuale. Gli ultimi metri del percorso si effettuano su gradini sagomati che terminano sul lato orientale del castello, in un punto dove il crollo del muro ci consente l'accesso all'interno. Alla nostra destra c'è la torre più grande e forte del castello.




Armolia: Armolia si trova a 20 chilometri a sud-ovest della città di Chios ed è il crocevia centrale per i villaggi del sud. Il villaggio ha una tradizione di produzione e decorazione di oggetti in argilla. All'ingresso del paese ci sono laboratori di ceramica. Le case di Armolia sono piccole, costruite in pietra, molto vicine l'una all'altra, con l'obiettivo di creare un unico edificio difensivo secondo gli standard degli insediamenti della regione. Il visitatore dovrebbe fare una passeggiata tra i vicoli e i ciottoli del villaggio e visitare la chiesa di Panagia, che è unita ad Agios Dimitrios nella piazza del villaggio, dove è conservato uno dei templi più belli (datato 1744).


Castello di Apolichni: castello grande e imponente in cima ad una collina con un'altitudine di 220 metri, che è una delle altitudini più alte nel sud di Chios. La sua posizione è tale da controllare visivamente i Kampos di Kalamoti e Armolia, nonché l'area marittima di Komi. Fu costruito nel 1440 dal genovese Nicolaos Justiniani ed ha forma trapezoidale. Le sue mura sono doppie e avevano piccole torri difensive. Al suo interno si trovavano cisterne per l'acqua e 62 stanze, oltre ad una chiesa.


Nel nostro giro all'interno del castello possiamo osservare i ruderi delle stanze, i resti delle torri difensive con merli, situate nelle parti orientale e occidentale e gran parte della cinta muraria meridionale ben conservata e piuttosto alta. All'esterno, a grande distanza dalla cinta muraria meridionale, si conserva un recinto difensivo di altezza inferiore, che pare fosse stato costruito per rendere difficile l'avvicinamento del nemico, poiché senza di esso l'accesso alle mura principali sarebbe stato abbastanza agevole, a causa alla relativa levigatezza della pendenza. L'accesso da nord è invece più difficoltoso, a causa della roccia ripida. Nella torre di nord-est si aprono grandi finestre ad arco che, probabilmente nella pratica comune, fungevano da ingressi tramite scale a vento.



Comments


bottom of page